Performance a confronto: Repod vs Standard

L’ente terzo certificatore Tuv Sud ha rilasciato il certificato sulla carbon footprint del ciclo di vita di un dispositivo domestico Repod ed il ricercatore della London University College, dr. Paulillo, ha svolto una revisione paritaria sul bilancio ambientale di Repod durante lo stesso ciclo di vita del dispositivo. Questi documenti dimostrano come un dispositivo Repod, durante il suo ciclo di vita, generi dei benefici ambientali pari a circa 715 kgCO2e per ogni utente che lo utilizza. Performance quasi 3 volte maggiori dello standard attuale.

I Molteplici Benefici del Modello Repod


La gestione dei rifiuti urbani è una sfida cruciale nelle moderne città, dove l’accumulo di rifiuti e la loro gestione inefficiente possono portare a gravi problemi ambientali ed economici. Il sistema Repod rappresenta una rivoluzione in questo campo, offrendo soluzioni avanzate che superano lo status quo della gestione dei rifiuti urbani. Ecco una panoramica dei molteplici benefici che il modello Repod offre rispetto ai metodi tradizionali.

Monitoraggio in Real Time Quali-Quantitativo delle performance

Il sistema Repod integra tecnologie avanzate di monitoraggio in tempo reale, permettendo una gestione precisa e puntuale dei rifiuti. Questo monitoraggio quali-quantitativo consente di tracciare la qualità e la quantità dei rifiuti prodotti, migliorando l’efficienza e la trasparenza dell’intero processo di gestione.

Smart Fleet Management

Grazie all’integrazione di tecnologie smart, Repod ottimizza la gestione delle flotte di veicoli per la raccolta dei rifiuti. Questo sistema intelligente riduce i tempi di percorrenza e il consumo di carburante, migliorando l’efficienza operativa e riducendo le emissioni di CO2.

Riduzione dei Costi di Logistica

L’ottimizzazione dei percorsi di raccolta e la gestione intelligente delle flotte si traducono in una significativa riduzione dei costi logistici. Repod permette alle città ed agli operatori di risparmiare risorse economiche, che possono essere reinvestite in altri settori cruciali.

Riduzione Volumetrica

Il sistema Repod è progettato per ridurre il volume dei rifiuti grazie a tecnologie di compattazione avanzata. La riduzione volumetrica consente di ottimizzare lo spazio nei veicoli di raccolta e nei centri di stoccaggio, migliorando l’efficienza complessiva del processo di gestione dei rifiuti.

Pre Tritatura

Una delle caratteristiche distintive di Repod è la pre tritatura dei rifiuti, che facilita il successivo processo di trattamento e riciclaggio. Questo passo preliminare aumenta l’efficienza dei processi di separazione e trattamento, migliorando la qualità dei materiali riciclati.

Decentralizzazione

Il modello Repod promuove una gestione decentralizzata dei rifiuti, distribuendo i punti di raccolta e trattamento sul territorio. Questa decentralizzazione riduce i tempi di trasporto e le emissioni associate, migliorando la sostenibilità del sistema di gestione dei rifiuti.

Accorciamento della Filiera

Con Repod, la filiera del trattamento dei rifiuti viene accorciata, riducendo i passaggi intermedi e ottimizzando il processo complessivo. Questo accorciamento della filiera si traduce in una maggiore efficienza e in una riduzione dei costi operativi.

Riduzione dell’Estrazione di Materie Prime

Grazie alla maggiore efficienza nel riciclaggio, Repod contribuisce a ridurre la necessità di estrarre nuove materie prime. Questo ha un impatto positivo sull’ambiente, preservando le risorse naturali e riducendo l’impronta ecologica delle città.

Maggior Valore delle Materie Prime Secondarie (MPS) in Economia Circolare

Repod migliora la qualità delle materie prime secondarie (MPS) attraverso un processo di riciclaggio più efficiente. Questo aumento di qualità rende le MPS più preziose per l’economia circolare, promuovendo un ciclo virtuoso di riutilizzo e sostenibilità.

Contrasto alla Dispersione dei Rifiuti e alla Gestione Illegale

Infine, il sistema Repod offre strumenti avanzati per contrastare la dispersione dei rifiuti e la gestione illegale. La tracciabilità e la trasparenza del processo permettono di monitorare ogni fase della gestione dei rifiuti, riducendo il rischio di pratiche illegali e migliorando la compliance normativa.

Conclusione

Il modello Repod rappresenta un cambiamento significativo nella gestione dei rifiuti urbani. Grazie a tecnologie innovative e a un approccio sostenibile, Repod offre molteplici benefici che superano di gran lunga lo status quo, contribuendo a creare città più pulite, efficienti e rispettose dell’ambiente.

Torno alla Home

prezzo materie prime seconde
Waste data bar chart
Riciclo pie chart
Performance

Il nostro Team

Alberto

Alberto Sanna

“Ingegnere civile edile. MScE in impianti per architettura sostenibile. 10 anni di esperienza nella gestione di cantieri tra € 500K e € 4M. Ha vissuto in Australia e UK per 6 anni. Esperto filiera gestione rifiuti. Appassionato di meccatronica, desidera avere un impatto sociale ed ambientale positivo.”

— Founder, CEO

Alessandra

Alessandra Trame

“Design and Branding. Architetto, Socio RIBA. Esperto di riqualificazione urbana, product design e grafica. Ha lavorato in Italia, Libia, Francia e Regno Unito su progetti di diversa scala e budget con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita negli ambienti urbani.”

— Co Founder

Matteo

Matteo Cossutta

“PhD University of Nottingham. 5 anni presso Electrolux come Capability Building Specialist, Project leader, Business Analyst e RoHS Project assistant. Focalizzato dapprima sulla valutazione del ciclo di vita, sulla modellizzazione dei processi e sull’integrazione del sistema si è successivamente specializzato nelle tecnologie per le energie rinnovabili e nell’efficienza energetica delle risorse con la passione per la sostenibilità aziendale, in particolare nell’approccio del ciclo di vita.”

— Specialista in LCA di prodotto

Luca

Luca Melis

“Oltre vent’anni di esperienza nella pianificazione ed esecuzione di strategie di comunicazione di marketing, ha una vasta esperienza in campagne di marketing digitale per il B2B e in particolare in settori altamente regolati come il settore Farmaceutico e della sanità, quello finanziario o quello delle startups innovative.”

— Specialista in pianificazione strategica del marketing

Howard

Howard Eisenberg

“Master in Ingegneria dei sistemi di produzione presso la Stanford University, Presidente Nord Americano di Eurostort Systems dal 2003. Un imprenditore con esperienza diversificata e presidenti nazionali e regionali, fibre ottiche e attrezzature per la movimentazione di materiali, microelettronica, veicoli elettrici, prodotti innovativi, partnership internazionali, gestione della supply chain e bootstrap di startup, sviluppo di nuove tecnologie, team e operazioni.”

– Advisor

Andrea

Andrea Pili

“Appassionato imprenditore seriale dal 1995 a 20 anni. Ha iniziato come CTO e fondatore di una Webcompany chiamata Asanet, la prima Internet Company italiana focalizzata sullo sviluppo e la manutenzione di siti Web Internet. Fondatore del primo sito web di viaggi online Internet www.sardegna.com, prima di Booking.com o Expedia.”

– Advisor